la bici, l' anello e la torta di riso....


Buongiorno!!

Quando ho visto il contest della dolce Fabiana "un gioiello nel piatto" ho avuto subito voglia di aderire e non ho avuto dubbi con quale "gioiello" partecipare......

Ma cosa c'entrano le tre cose? Bici, anello e torta di riso??

Se avete voglia di leggermi ve lo racconto ^_-

Nella lontana estate del '78 ero una bambina di quasi 6 anni alle prese con un'importante tappa:
imparare ad andare in bicilcetta senza le ruotine.

Non ho molti ricordi nitidi della mia infanzia, ma ci sono degli eventi che sono rimasti indelebili nella mia mente, così come quello che accadde in un caldo pomeriggio d'estate.

Premetto che non ero e non sono per niente spericolata, anzi sono molto prudente e abbastanza timorosa, così era da un po' che i miei genitori  cercavano di convincermi a togliere le due ruotine senza grandi risultati.
Dopo alcuni tentativi falliti e piccole cadute ero sempre meno convinta a proseguire senza quell'aiuto, poi.....
vidi un film in cui un ragazzetto paffuto era riuscito ad arrampicarsi su per una fune, non ricordo altro, ho in mente solo questa scena, ed io mi dissi" se ce l'ha fatta lui, ce la posso fare anch'io!!" e così mi buttai nell'impresa e ce la feci!

Siiii pedalai da sola senza ruotine!!!!!!!!!

Ero felicissima e non vedevo l'ora di mostrare al mio nonno materno il mio grande risultato. E così feci, quando venne a trovarmi, capitava ogni giorno, non gli dissi niente,ma gli andai incontro con la mia biciclettina rossa senza le ruotine!!!!
Lui fu orgogliosissimo!!
Fu un bellissimo pomeriggio.

E' uno dei pochi ricordi che ho di mio nonno, perchè proprio quell'anno ci lasciò.

Era una persona gentile e dolce, che mi ha tenuto tanta compagnia, così mi ha raccontato mia mamma, nascondendo nel taschino della giacca un ovettino di cioccolato per la sua nipotina e giocando con lei con tanta pazienza, tanto da farsi pettinare nonostante fosse del tutto calvo!!

Mio nonno aveva regalato a mia mamma un anello con il corallo, che io da bambina ammiravo e vedevo enorme....quando sono diventata abbastanza grande mia mamma l'ha donato a me ed io ci sono affezionatissima.
E' uno dei "gioielli" che amo di più e che metto più spesso.

Mi ricorda mia mamma, ma soprattutto quel nonno che non ho potuto conoscere bene, ma che so che mi è stato vicino.

E la ricetta?
Eccola...una semplice e delicata torta, anch'essa mi ricorda l'infanzia. E' un dolce con cui sono cresciuta, in quanto è sempre stato preparato da mia mamma per le merende e per le varie occasioni.


TORTA di RISO

Ingredienti per la pasta frolla: (ho seguito la ricetta di Paoletta)

125 gr di burro
250 gr di farina
100 gr di zucchero
1 uovo intero
un pizzico di sale
un cucchiaino di lievito per dolci

Per il procedimento vi rimando direttamente al sito di Anice e cannella.
Ingredienti per il ripieno:

1 litro di latte
1 bicchiere di riso
1 uovo
2/3 cucchiai di zucchero ( in base al vostro gusto più o meno dolce)
1 cucchiaio di liquore tipo Sassolino
la scorza grattugiata di 1 limone non trattato
1 noce di burro
a piacere mandorle tritate

 Procedimento:

Far cuocere il riso nel latte con la scorza del limone grattugiata e lo zucchero. A fine cottura aggiungere il burro. Lasciare intiepidire e aggiungere l'uovo intero e il liquore.



Imburrare e infarinare la teglia (cerchio apribile) e disporvi la frolla spianata e il composto di riso.
Infornare a 180°C nel forno preriscaldato per 40-45 minuti.




Quindi con questa ricetta partecipo al contest di Fabiana:


Bacioni
Buona giornata!

Commenti

  1. Buongiorno Puffin, che bello leggere uno scorcio della tua infanzia........buona giornata e grazie per la ricetta.

    RispondiElimina
  2. Mi sono commossa a leggere il tuo dolcissimo racconto. Sono anch'io legatissima ad un anello con il corallo che la mia nonna regalò alla mia mamma per i suoi 18 anni e che ora è passato a me; quella nonna a cui ero tanto legata ma che ho perso a 5 anni senza avere tempo di conoscerla più a fondo. Ti rubo una fetta di crostata per la colazione, in bocca al lupo ^__^

    RispondiElimina
  3. Bellissimo e commovente anche il tuo racconto, e buonissima la torta!!!Complimenti e buona giornata!!

    RispondiElimina
  4. bella la ricetta della torta..ma troppo bello il ricordo che hai condiviso con no...i nonni....figure importantissime nella famiglia...anche io ho dei bei ricordi legati al oro...baci cara e buona giornata

    RispondiElimina
  5. Ma che bel racconto, se ci fossero 100 contest così avremmo sempre qualche cosa da raccontare, a volte è difficile scegliere il ricordo più bello e quello che vuoi raccontare.
    Mai fatto un dolce con il riso ! segno tutto

    RispondiElimina
  6. che buona la torta di riso!! io adoravo i miei nonni...anzi li adoro tutt'ora perchè anche se ne sono andati, li ho sempre nel cuore! un bacione!

    RispondiElimina
  7. e una storia bellissima..e poi come hai detto tu dell infanzia non ricordiamo proprio tutto ma ci sono quei eventi e momenti che sono indelebbile e sono sempre presente nella nostra mente...e sono pronti per essere raccontati e vissuti...
    anch io faccio questa torta di riso ed e buonissima..
    un bacio da lia

    RispondiElimina
  8. Che dolce che doveva essere tuo nonno. L'immagine di te che lo pettini anche se era calvo mi ha fatto tanta tenerezza. Io purtroppi non ho conosciuto nessuno dei miei due nonni.
    Per consolarmi mi prendo una fetta di torta, sembra assolutamente deliziosa.

    RispondiElimina
  9. Un post molto bello e commovente, quanti rimpianti ci sono per le persone che avremmo voluto conoscere meglio e che purtroppo non abbiamo potuto. La torta di riso è un classico dolce di conforto che ci fa ritornare piccole!! Bravissima un bacio

    RispondiElimina
  10. Ciao Puffin!!
    Alla mia mamma piace un sacco il riso con il latte...secondo me questa torta la mangerebbe intera!Ti rubo la ricetta, prima o poi voglio fargliela!
    Buona giornata!!

    RispondiElimina
  11. grazie di questo dolcissimo racconto, bellissimo queste contest riesce a cogliere la parte migliore ho letto davvero delle belle storie :)
    la torta di riso è un bellissimo classico sempre buono :)

    RispondiElimina
  12. Sono passata a darti un saluto e cosa scopro... una bellissima e dolcissima partecipazione al mio contest.. sono felicissima.. e ti ringrazio per questo racconto ricco di sentimenti e di emozioni... in bocca al lupo un bacio grandissimo...

    RispondiElimina
  13. Un racconto straordinario e dolcissimo e complimenti per la tua splendida torta!!! Un abbraccio e felice giornata

    RispondiElimina
  14. La torta di riso è deliziosa ma la tua storia, lascetelo dire, è bellissima...mi dispiace che tuo nonno non ci sia più, ma è bello anche che il suo ricordo sia rimasto così vivo nel tuo cuore!! un bacione tesoro, :-p

    RispondiElimina
  15. Che bel post!!!...pieno di ricordi e amore!!!...anche io ho perso il nonno materno quando ero piccina e purtroppo non ricordo molto di lui...ma quando mi vengono in mente quei pochi ricordi che ho mi viene da sorridere perchè so che era una persona speciale!!!

    Ottima la torta comunque!!!

    RispondiElimina
  16. Sei fortunata; io purtroppo non ho fatto in tempo a conoscere i miei nonni...Però ho avuto nonna Cia:meravigliosa coccolatrice e fantasiosa cuoca!! Un bacione. Sara

    RispondiElimina
  17. @ Fabiola : buongiorno!! Grazie!

    @ Federica : abbiamo in comune un anello con il corallo pieno di ricordi…bacioni

    @ rossella : grazie buona giornata anche a te!

    @ Scarlett: si è vero, i nonni sono importantissimi, siamo fortunate ad averli consociuti, anche se in una alcuni casi solo per troppo poco tempo.

    @ Ale : è vero, questo contest dà l’occasione per aprirci e parlare un po’ di noi.
    Fidati è buonissimo

    @ღ Sara ღ : sei dolcissima!! Un bacione

    @ ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиα: è buffo come alcune cose rimangono impresse e altre anche più importanti non si ricordano perfettamente. Bacioni!!

    @ elenuccia : si era dolcissimo, peccato che anch’io l’ho conosciuto per poco tempo. bacioni

    @ Le pellegrine Artusi : grazie!! È vero, è già bello averli conosciuti anche se per poco. baci

    @ la Zu : è perfetta allora per la tua mamma!!provala e fammi sapere…baci

    @ stefania : si mi è piaciuto scrivere il post per qs meraviglioso contest. Grazie…baci

    @ Fabiana: grazie a te di avermi dato la possibilità di raccontare un po’ di me!
    Ho inserito solo ora il link nel post del contest, stamani non ho avuto tregua a lavoro!! Bacionii

    @ lady Boheme: grazie carissima…un bacione grande!!!

    @ Luciana: grazie, è bello condividere con voi un po’ di ricordi! bacioni

    @ vanessa: abbiamo in comune questi dolci ricordi, anche se purtroppo pochi. grazie...bacioni :)

    @ fataricotta: i nonni sono speciali, è vero sono stata fortunata...stupendo avere la nonna coccolatrice!! bacioni

    RispondiElimina
  18. Tenero e dolce il tuo racconto... mi ha riportato all'infanzia quando anch'io imparari ad andare in bicicletta senza ruote... un ricordo molto molto lontano!!
    Ma... bando alle malinconie!! La tua torta è deliziosa!!
    Ciao ciao!

    RispondiElimina
  19. Ciao cara!! Un bellissimo ricordo e una bellissima storia! la tua torta di riso è favolosa!Complimenti!! Bacioni.

    RispondiElimina
  20. deliziosa la torta e meraviglioso il tuo racconto..i nonni sono una fonte inesauribile di emozioni e anche il tuo era un grande!!bacioni imma

    RispondiElimina
  21. che tenera la tua storia! grazie!
    Francesca

    RispondiElimina
  22. I dolci racconti della tua infanzia sono davvero commoventi... e la torta è semplicemente favolosa, brava!!

    RispondiElimina
  23. I ricordi dell'infanzia sono indelebili!!!!!
    Ogni giorno, guardando mia figlia rivivo tratti del mio passato!!!!!Il tuo racconto è magnifico, come la tua torta.... compagna di vita!!!!
    Un bacio!!!!!!!

    RispondiElimina
  24. Che bella storia...mi hai quasi commosso...
    E che dolce meraviglioso!
    Buonissima serata

    RispondiElimina
  25. Tenerissima la tua storia, grazie di avercela raccontata ! Auguri e un abbraccione !

    RispondiElimina
  26. Questa torta è deliziosa!!!....Il posto e bellisimo....Grazie Mille....Abrazotes, Marcela

    RispondiElimina
  27. Mi piace tanto la tua storia!!
    Ricordo anche io il momento che ho messo le ali senza le rotelline.
    E il tuo nonno è stato dolcissimo... :)

    RispondiElimina
  28. che dolcezze..il racconto e ..
    la torta della tua mamma!!
    bravissima!!
    un bacio

    RispondiElimina
  29. @Renza: è una tappa importante…grazie bacioni!!

    @ Manuela : grazie…buona giornata

    @ dolci a ...gogo!!! : grazie Imma, bacioni

    @ Acquolina : grazie a te Francesca, un bacione

    @ Barbara : è vero i ricordi dell’infanzia sono dolci e teneri…baci

    @ Lory B. : hai ragione, anch’io mi rivedo nelle mie bimbe …baci

    @ Simo : grazie!!! baci

    @ Rossella : grazie a te! Un abbraccio forte!

    @ foodtravelandwine : grazie a te Marcela, un bacione

    @ ( parentesiculinaria ) : sono stati dei bei momenti…grazie!!!

    @ enza : grazie!! bacioni

    RispondiElimina
  30. Un dolce originale e bellissimo, impreziosito dai ricordi che gli ruotano intorno... :-)

    RispondiElimina
  31. La torta è bellissima, dolce come il bellissimo ricordo legato al nonno e alla tua prima pedalata.....
    Queste sono le ricette che io preferisco, quelle con un ingrediente in più.....
    bellissimo post.
    Un bacione

    RispondiElimina
  32. Ciao piacere di conoscerti bellissimo blogghino!!! Complimenti per la torta è fantastica!!!

    UN bacione

    ti seguo

    RispondiElimina
  33. Ma che bello arrivare qui e leggere questo pezzetto dolcissimo di vita... una vera delizia, come la torta di riso. Io amo i dolci di riso in ogni veste... Complimenti grandissimi per tutto. Un caro saluto. Deborah

    RispondiElimina
  34. Puffin che bel racconto, sei stata dolcissima, mi hai commossa, e mi sono rivista io, che a 7 anni ho avuto in regalo per il mio compleanno
    la bici con le ruotine ai lati, dai miei nonni paterni cui ero molto legata, la mia era rosso scuro, me l'ho ricordo bene e poi ci sono le tante polaroid a ricordarmelo. Un giorno mio padre decise che era arrivato per me il momento di iniziare a pedalare con una sola ruotina, e cosi' tolta una, poi l'altra, imparai a pedalare cadute su cadute :-D
    La torta di riso e' deliziosa, un altro ricordo d'infanzia.. Complimenti per il bellissimo anello.
    un bacione.

    RispondiElimina
  35. grazie a te ho partecipato a diverse iniziative sui vari blog....e queso che proponi, grazie a Fabiana mi piace molto....partecipero' anch'io!!!...il tuo racconto mi ha fatto tanta tenerezza....che belli i ricordi che ci legano all'infanzia e ancor di piu' quelli legati alle persone piu' importanti che un bambino possa avere al mondo ,dopo i genitori,naturalmene...... I nonni!!!anche la tua torta e' sicuramente da copiare!!!buonissima!!!brava

    RispondiElimina
  36. Ma questi nonni,quante cose sono disposti a subire pur di far felici le proprie nipotine!!Pensa che io mi divertivo a strappargli tutti i peli bianchi che aveva sul torace!!Ma pensa a che supplizio lo sottoponevo e ricordo la sua rassegnazione nell'accontentarmi!!!Il tuo ricordo è anche un pò il mio,e con te condivido la mia emozione!!La torta.....dolce tradizione della tua famiglia,mi è molto familiare,solo che io ci aggiungo anche la ricotta!!!Ciao cara,è stato bello stare qui!!

    RispondiElimina
  37. Buona la voglio proprio provare.
    Grazie Alessandra

    RispondiElimina
  38. Mi sono commossa anche io, la figura dolce di tuo nonno mi ha fatto tanta tenerezza...complimenti per la torta e grazie per questo pezzetto di te.Bacio

    RispondiElimina
  39. @ Lucia : grazie!! baci

    @ viola : grazie, anch’io amo le ricette a cui siamo legati per un qualsiasi motivo e che hanno una loro storia.
    baci

    @ Francesca : Benvenuta!! Grazieee a presto

    @ il sapore del verde : ciao Deborah piacere di conoscerti…grazieee

    @ Kiki : grazie!! I ricordi d’infanzia sono stupendi!! baci

    @ lafamevienmangiando : grazie carissima a presto

    @ Damiana : hai ragione i nonni hanno tanta pazienza e farebbero di tutto per i nipoti, lo vedo ora con mio padre e le mie bimbe…grazie, bacioni

    @ Cuoca a tempo perso : fidati è semplice, ma buonissima;)

    @ Ambra : grazie…bacioniiiii

    RispondiElimina
  40. Ciao cara, ho letto il tuo post tutto di un fiato, commossa da questi tuoi ricordi di vita!
    Complimenti per tutto, torta compresa ovviamente!
    Un bacio Ele

    RispondiElimina
  41. Ciao, sono una nuova sostenitrice del tuo blog...la storia che hai raccontato è meravigliosa...i nonni sono persone speciali, e te lo dice una che ci è cresciuta...pensa che mio nonno ancora oggi che ho 29 anni e sono sposata si preoccupa se mangio abbastanza!complimenti!

    RispondiElimina
  42. @ Ele: grazie cara, un bacione!!!!

    @ Valentina: benvenuta! grazie:) Eì vero sono persone speciali...bacioni e a presto!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia una traccia del tuo passaggio, mi fa piacere leggere il tuo pensiero....
GRAZIE! :)

Anche se non sempre rispondo subito, leggo sempre con molto piacere tutti i vostri commenti :)

Causa numero eccessivo di commenti ANONIMI (SPAM) sono stata costretta a riservare la possibilità di commentare solo gli utenti registrati.