Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2011

dolcetto o gufetto?

Buon lunedì!!! Oggi è l'ultimo giorno di ottobre e come da tradizione americana diventata, non si sa come, non si sa quando e tanto meno perchè, anche un po' nostra....stanotte è Halloween....la notte delle streghe!!! Non amo molto questa festa, forse perchè non la conosco fino in fondo e la vedo un po' estranea alla nostra cultura , ma avendo due bimbe piccole che invece crescono con questa tradizione non posso esimermi da pasticciare qualcosina di .....stregato ^_-!! Non preoccupatevi non c'è niente di sanguinoso, ma solo dei simpaticissimi volatili che ho scovato qui . MUFFIN  GUFETTO al CIOCCOLATO   Ingredienti: 300 gr di farina 30 gr di cacao amaro 90 gr di olio di semi 200 gr di zucchero 1/2 bustina di lievito 1 cucchiaio di miele 200 ml di latte 2 uova Per decorare: smarties biscotti tipo ringo crema al cioccolato e nocciole simil nutella Mescolare gli ingredienti solidi (farina, cacao, lievito, zucchero) e poi aggiungere quelli liquidi (uova, olio, la

stelle alpi(APUA)ne...e un award inaspettato!

Buongiorno!!!! Eccoci di nuovo a venerdì! E' stata una settimana caratterizzata dal maltempo che dalle mie parti non ha fatto danni, nonostante l'intensità delle pioggie, ma li ha fatti e anche tanti nelle vicine zone della Lunigiana e delle Cinque Terre :(((( Ora le giornate sono di nuovo serene e  tiepide........ Stamani vi propongo un primo piatto nato ispirandomi ai sapori della mia zona, la Garfagnana, ed in particolare ad una ricetta tipica invernale ossia la "polenta di farina di castagne con gli ossi di maiale in umido". Ad onor del vero colui che si è ispirato è stato il maritino....e su suo consiglio io ho operato ^_-! Vi chiederete cosa c'entra tutto questo con il piatto di pasta che sto per proporvi....e mo' ve lo spiego....^_-! Quello che accomuna le due ricette è l'assonanza di sapori...più dolci (la polenta e la pasta al cioccolato) con quelli salati (la salsiccia e la rosticciana) sapori che ricordano appunto

un cuore nero fondente al 70%...con un tocco d'arancio...

Buon inizio settimana ^_^ In cucina in queste ultime settimane predominano i colori dai toni arancio e nero...chissà perchè ..??^_-!! Il dolcino che sto per postarvi, però non ha niente a che vedere con la festa delle streghe, ma deriva da una voglia di gustare qualcosa di buono e goloso da preparare con facilità in pochissimo tempo. Quando prende la voglia di cioccolato, l'unica cosa da fare è assecondarla e così ricordandomi del contenuto dello scrigno S. Martino ...sono andata a colpo sicuro e ho subito provato un goloso budino^_-! BUDINO al CIOCCOLATO FONDENTE e ARANCIA con SALSA all'ARANCIA Ingredienti (4 porzioni): 1 busta di preparato per budino al cioccolato fondente e arancia S. MARTINO 500 ml di latte 3 cucchiai di zucchero Per la salsa : burro qb 3 cucchiai di zucchero 1 arancia  biologica Mescolare il contenuto della busta di preparato in una casseruola aggiungendo mano a mano il latte e lo zucchero. Portare ad ebollizione, far  cuocere per 3 minuti

tardi per la cena??

Carissimi, in quest'ultimo periodo sono sempre di corsa......pant, pant.....meno male che è venerdì!!!!!!!!!!! Volete vedere cosa ho preparato per cena? Cotto e postato!!! ^_- FARAONA  con  CIPOLLINE in AGRODOLCE e OLIVE VERDI Ingredienti: 1 faraona eviscerata e tagliata a pezzi 1 barattolo di cipolline in agrodolce olive verdi in salamoia qb aceto balsamico 1 cucchiaino d zucchero olio evo sale e pepe Passare i pezzi della faraona sul fuoco del fornello per eliminare eventuali penne e arrostire un po' la pelle. In una casseruola aggiungere qualche cucchiaio d'olio evo e rosolare a fuoco vico la faraona. Nel frattempo in un pentolino scaldare le cipolline aggiungendo un cucchiaio di aceto balsamico e 1 cucchiaino di zucchero.  Quando la faraona è ben rosolata da ambo le parti aggiungere le cipolline con il liquido di cottura, le olive verdi (non le ho pesate, avevo un barattolo di quelle preparate in casa da mia madre)

una vellutata crema di zucca con gorgonzola....

Buon inizio settimana! Trascorso bene il fine settimana? Spero di si. Noi abbiamo fatto gli ultimi lavori di giardinaggio, abbiamo rimesso le mie care piantucce grasse all'interno, in garage, sistemato le piante da esterno e messe in sala quelle da interno. Oggi nonostante sia una splendida giornata di sole, le temperature si sono notevolmente abbassate, quindi fa piacere cucinare e assaporareuna bella zuppa o minestra o crema o vellutata di zucca dir si voglia ^_-!!! Ammetto l'ignoranza e ammetto che ho cercato di documentarmi, ma nonostante la mia ricerca non sono riuscita a trovare una risposta univoca alla mio quesito... qual è la differenza tra vellutata e crema ??????? Ho trovato ricette simili chiamate indistintamente crema o vellutata...e anche cercando una definizione le ho trovate discordanti...quindi...sono da punto a capo. Escludendo la minestra e la zuppa (che credo siano differenti)....probabilmente quella che sto per proporvi non è nè una crema, nè una

Buona domenica! due nuove collaborazioni...

Ciao a tutti! Passo rapida, perchè non potevo non parlarvi dei due fantastici pacchi omaggio che ho ricevuto in settimana! Il primo viene dal mare.... Conoscevo già i prodotti ASdoMAR in particolare il tonno che acquisto da diverso tempo e che è tra quelli che preferisco. Ora assaggerò con piacere lo sgombro e i patè!!  Mi piace molto quest'azienda che rispetta il mare e l'ambiente!! Date un'occhiata al sito , potete così vedere tutti i prodotti e scoprire nuove ricette!!! L'altro pacco che ho ricevuto è uno scrigno goloso..... sigillato... contenente..... questi meravigliosi prodotti dolciari.... ...mi piace ogni preparato..dal fior di menta (che adoro!!) al classico budino al cioccolato! Non conoscevo   S. MARTINO , un'azienda familiare, partita con prodotti casalinghi e cresciuta fino ad arrivare ad essere una moderna impresa. Vi invito a visitare il sito ricco di prodotti, consigli e ricette. Ed ora vi auguro una BUONA DOMENICA!!!

una colazione soffice e doppiamente cocco-losa!!!!

Buon giovedì!!! Come procede la settimana? A me frenetica come sempre!!! Arrivo sempre tardi per offrirvi la colazione...ma in tempo per il pranzo e in anticipo per la merenda ^_^ Questa torta nasce dalla mia improvvisa e implacabile voglia di cocco! Nata non so dove, non so quando e non so perchè, ma la voglia era talmente forte che sabato mattina appena alzata mi sono messa a pasticciare. Vi avviso... astenersi coloro che detestano il cocco o ne sono allargici, perchè questa torta è tutta tutta e tanto tanto cocco-losa!!!!!!! TORTA SOFFICE al COCCO con superficie croccante al COCCO Ingredienti: 4 uova 250 ml di yogurt al cocco 250 gr di zucchero a velo 100 ml di olio di semi 280 gr di farina 00 120 gr di farina di cocco 1 bustina di lievito Per la copertura: 100 gr di farina di cocco 50 gr di burro freddo 50 gr di zucchero di canna Sbattere a schiuma le uova, aggiungere lo zucchero a velo e continuare a sbattere fino ad ottenere una massa cremosa. Unire lo yogurt, la fa

dopo la pioggia....oltre il vetro e semplici tagliatelline al salmone

 Dopo la pioggia viene il sereno, brilla in cielo l'arcobaleno: è come un ponte imbandierato e il sole vi passa, festeggiato. È bello guardare a naso in su le sue bandiere rosse e blu. Però lo si vede - questo è il male - soltanto dopo il temporale. Non sarebbe più conveniente il temporale non farlo per niente? Un arcobaleno senza tempesta, questa si che sarebbe una festa. Sarebbe una festa per tutta la terra fare la pace prima della guerra. Dopo la pioggia di Gianni Rodari Questa è una delle filastrocche che adoravo da bambina. Ricordo di averla imparata leggendo l'enciclopedia dei  QUINDICI volume 1 (se la memoria non mi fa scherzi ^_-) e che ora leggo alle mie cucciole.   Ve la ricordate?   Una bellissima enciclopedia per ragazzi degli anni '70 (oh mamma! quanto tempo fa!)   Ho adorato quella enciclopedia, mi piacevano tutti i volumi ed in particolare quello dei racconti e quello che spiegava come si fanno le cose. Purtroppo mi sono rimasti solo i primi

un'inconfondibile gobbetta...

Buongiorno e buon venerdì!! E come cantava Jovanotti... "Piove! Senti come piove! Madonna come piove! Senti come viene giù! Piove! Senti come piove! Madonna come piove! Senti come viene giù! Hai visto che piove? Senti come viene giù!" Stamani, come annunciato da giorni, il testo di questa canzone è attualissimo ^_-!!!  E quella gobbetta??? No, non vi preoccupate non ho intenzione di parlarvi dei mie problemi alla schiena ^_-, ma di quei dolcetti   caratteristici della Francia a forma di conchiglia. Avete capito, no? Si sto parlando delle Madeleines. Mia figlia di 6 anni ne va matta.  Quando posso le preparo proprio per lei e se le porta contenta a scuola  per consumarle a "ricreazione" si chiama ancora così?? ^_^ Questa è una ricetta classica che nel mio girovagare tra i blog ho trovato qui  (una garanzia ^_-)!! L'ho leggermente modificata aggiungendo della farina di mandorle al posto della farina 00. Sono buonissime anche nella versione senza zucch

fusi di pollo in giallo ^_-!!

Buon pomeriggio ^_^! Vi capita di sfogliare una rivista di cucina e meccanicamente   "fare l'orecchio" alla pagina dove si trova una ricetta interessante per poi ritrovarla facilmente e  realizzarla  nel giro di pochi giorni? A me sempre...anche dal parrucchiere, ma in quel caso poi la rivista non la ritrovo più!!! Questa ricetta l'ho letta (e segnata!!) su "La cucina  italiana" di settembre, il tempo di acquistare gli ingredienti e l'ho preparata per cena. Si tratta di una ricetta facile e veloce, soprattutto per quanto riguarda la preparazione,  che rende particolare  il semplice pollo arrostito.  Io sono sempre alla ricerca di questo tipo di ricette, perchè come per molte di voi  la sera ho poco tempo a disposizione per preparare la cena. Fa piacere e dà soddisfazione riuscire a cucinare qualcosa di diverso e saporito  e non solo rimediare la cena, come spesso accade ^_-! FUSI di POLLO ARROSTITI con  PESCHE e ZENZERO Ingredienti (per 6 pers