torta meringata al limone...chi è il colpevole? :(


Buongiorno!!
Come state?
Avete trascorso un buon fine settimana?

Io si.
Ho mangiato, scartato qualche regaluccio, eheh...fa sempre piacere, e riposato, ero a pranzo dalla mamma ^_-

Vi ringrazio degi auguri, siete state carinissime!!!
Stamani ho bisogno di voi, della vostra esperienza e del vostro istinto culinario per indagare, si avete capito bene, indagare sulla causa del mio mezzo flop con il dolce di ieri.

Chi è il colpevole?

Non ditemi il maggiordomo, perchè non ce l'ho!! ^_-

Tutto è cominciato la sera prima.....

Era un tardo pomeriggio di sabato, quando la nostra eroina, che sarei io ;), ha deciso di preparare la pasta frolla per il giorno dopo. Qualche settimana addietro aveva trovato una ricetta golosa ed interessante e si era creduta in grado di prepararla con facilità.
Questa ricetta era la Torta meringata al limone scovata sul ricettario di "Paneangeli".
Era da un po' che la teneva nello scatolone con le altre ricette, ma non aveva ancora avuto il coraggio di provarla.
Quello che più la spaventava era la meringa!! Temeva di non riuscire a renderla ben ferma e di non saperla lavorare.
Se avesse saputo...
Il vero ostacolo per la buona riuscita della torta, non era la meringa, che poi scoprì essere molto semplice da fare, ma la crema sulla frolla....ma non corriamo troppo, non anticipiamo gli eventi....

Torniamo alla sera prima.
La nostra protagonista preparò la frolla con le dosi indicate sotto e la mise a riposare nel frigo.
La frolla risultava piuttosto appiccicosa.

La mattina dopo, tutta contenta cominciò a preparare la crema...
Subito le rimase strano che negli ingredienti non vi fosse nè latte, nè farina...ma ormai decisa mise la casseruolo sul fuoco e proseguì.
Non avendo idea di come dovesse essere la crema seguì le indicazioni e dopo pochi minuti di cottura spense il gas....

mah?

Era perplessa, ma doveva andare avanti senza perdere tempo, perchè le figlie birbanti sarebbere tornate a breve e con loro non sarebbe più riuscita a combinare niente.

Così prese la frolla dal frigo e la spianò.
Strano ma vero ci riuscì bene, la frolla è un suo talloncino di Achille, tanto che fece la base troppo grande per la teglia e probabilmente anche troppo bassa.

Ma dovette andare avanti, gettò la pasta in eccesso e stese la crema, ancora calda!!!

Ops...sarà qui che ha sbagliato?

Mise la torta nel forno e fece cuocere per il tempo previsto.
Levò la torta, la lasciò raffreddare un po'...intanto preparò la meringa.
Una favola!!
Una nuvola di dolcezza.
La stese come descritto sotto e mise tutto lo zucchero indicato, anche se le sembrava troppo.

mah?!

La ripose in forno e la levò dopo 7 lunghi minuti...lunghi perchè temeva di rovinare il tutto, ma la meringa non bruniva....e dovette attendere quei minuti in più tispetto a quelli della ricetta.
Quando levò la torta, le sembrava decente, anche se molto più bassina rispetto alla foto del ricettario. Aprì lo stampo a cerniera....e fin qui tutto bene, ma quando fece per togliare la base....ahhhhhhhhh

Si accorse che la crema si era appiccicata al fondo e la frolla era scomparsa!!!!!!!!!

Dove aveva sbagliato?

Chi era il colpevole??

Pasta Frolla troppo bassa?
Crema troppo calda?
Ricetta non perfetta?

A voi la risposta!

Un indizio in più.....il sapore è buonissimo!

L'ho lasciata sulla base della tortiera e sono riuscita ugualmente a fare le fette anche se non perfette....in ogni caso i miei familiari l'hanno divorata!!! eheheh


Torta meringata al limone
Paneangeli

Ingredienti:

Per l'impasto:
150 gr farina
25 gr zucchero
1 pizzico di sale
1 uovo
100 gr di burro
2 cucchiaini di lievito per dolci

Per la crema:
3 uova  (1 intero e 2 tuorli)
150 gr zucchero
40 ml succo di limone
scorza grattugiata di 1 limone
30 gr burro

Per la meringa:
2 albumi
100 gr di zucchero
1 pizzico di sale
2 cucchiai di succo di limone




Procedimento:

Preparare la frolla mescolando in una terrina la farina setacciata, il burro ammorbidito a pezzetti, l'uovo e il lievito. Far riposare in frigo per almeno mezz'ora. (io l'ho preparata la sera prima).
Mescolare in una casseruola 1 uovo, 2 tuorli (serbando le chiare per la meringa), zucchero , succo e scorza di limone, burro e lasciare cuocere a bagnomaria per 1-2 minuti continuando a mescolare fino a che la crema non risulta liscia.
Stendere l'impasto sul fondo imburrato ed infarinato di uno stampo apribile di 26 cm formando un bordo altro circa 3 cm e distribuire la crema raffreddata.
Cuocere nella parte bassa del dorno elettrico preriscaldato a 180°C per 25-30 minuti.
Montare le chiare a neve fermissima aggiungendo un pizzico di sal, 60 gr. di zucchero e il succo di limone.
Distribuire la meringa sulla torta intiepidita formando le onde con il dorso di un cucchiaio, cospargere con lo zucchero rimasto e mettere in forno con il solo grill alla massima poternza per 1-2 minuti ) io l'ho lasciato 6-7 minuti.
Conservare in frigorifero (qs lo aggiungo io, non era nella ricetta, ma l'ho scoperto navigando in internet)


Adoro i gialli...si intuisce?

^_-

Buon inizio settimana!

Commenti

  1. Come Shelock Holmes lascio molto a desiderare ma la crema senza farina e versata calda sulla frolla per di più bassa non mi convincono! Anche un uovo intero per 150gr di farina mi sembra tanto. Però a pensarci, frolla imbevuta di crema...sicuro che non è venuta ancora più buona di come avrebbe dovuto essere?
    L'aspetto è intrigante!!! Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  2. Secondo me forse la crema calda che penso sia gelatinosa per l'assenza di latte può aver bagnato la pastafrolla che magari era cotta al punto giusto ma per una preparazione così andava più asciutta?
    L'aspetto è invitante e goloso... ciao

    RispondiElimina
  3. il colpevole è il meno sospettabile.... la MERINGA E' L'ASSASSINO. AHAHHAHA no no scherzo... sarà stata la frolla troppo sottile e la crema ancora calda ha fatto sciogliere il burro prima che ci pensasse il forno... ma quello che volevo sapere io alla fine è bona???? :D
    un bacione gioia. mi piace questa tua versione di Signora in Giallo
    Pina

    RispondiElimina
  4. Oh... non saprei darti spiegazione al quesito, non sono così brava... ma dall'aspetto di questa torta, ci credo che i familiari l'hanno divorata, sicuramente il sapore sarà stato buonissimo!!!
    Ci proverò anch'io, ho la ricetta e ho anch'io il desiderio di gustarla...
    Franci

    RispondiElimina
  5. Ahahah!! Ma come scomparsa?? Per me che sto sperimentando da poco impasti è reazioni chimiche varie è difficile darti un aiuto per capire il perchè.... La temperatura della crema pare una ragione plausibile. Beh però hai siperato lo scoglio meringa! La prossima volta sarà perfetta! Perchè buona, non ho dubbi, lo era! :D

    RispondiElimina
  6. Intanto Augurissimi x il compleanno trascorso..
    poi ti diro'...penso sia stata proprio la crema
    calda(è una crema lemon curd) che è diventata tuttuno con la frolla...ma anche cosi' ne
    immagino il profumo e il sapore....
    vedrai che la prossima sara' perfetta..
    baci
    Enza

    RispondiElimina
  7. Ormai la mia risposta al delitto mi pare scontata: è stata la crema che essendo troppo calda ha deciso di unirsi in un caldo abbraccio con il signor frollo!! E la signora meringa da vera altezzosa se ne è rimasta sola e gonfia in cima alla torta! A parte gli scherzi deve essere stata deliziosa...ciao

    RispondiElimina
  8. Auguri per il compleanno! penso che l'incidente di percorso sia dovuto sia alla frolla troppo ricca di burro (100 di burro su 150 di farina sono tanti!) si alla crema calda versata su questa frolla scioglievolissima! Comunque la ricetta è interessante la devo fare assolutamente; io ho una versione di crostata meringata però a base di cocco e nutella,quella al limone mi mancava! Ciao Ale

    RispondiElimina
  9. Ciao cara!!! Sei simpaticissima!! E la tua torta è superlativa!! Bravissima!! Bacioni.

    RispondiElimina
  10. Tesoro, la tua torta ha un aspetto così bello e invitante che me la mangerei in un sol boccone! Quindi... ASSOLUZIONE PIENA, SENZA COLPEVOLE!!! Baci

    RispondiElimina
  11. Non ti so aiutare, anch'io ho avuto un una cocente delusione dal mio primo esperimento di crostata meringata...però almeno la tua era buona (e si vede!!!) la mia....meglio che non ci penso va!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  12. Secondo me è uno splendore!!! Secondo me la crema e la frolla si sono innamorate e si sono fuse insieme!!!Un bacione!

    RispondiElimina
  13. ehehe sei troppo simpatica...per svelare il colpevole ormai sono un po in ritardo...ma non per farti i complimenti...Un saluto Ele

    RispondiElimina
  14. Per me questa torta p deliziosa e golosa proprio come te!Un bacio

    RispondiElimina
  15. secondo me la torta è sublime!! forse è successo perchè la frolla era troppo sottile e la crema troppo calda...mistero!!!un abbraccio!

    RispondiElimina
  16. Ciao Puffin stamattina non funziona nulla qui nemmeno il pc...ti riscrivo il messaggio, se è doppio cancellalo grazie! Innanzi tutto tantissimi auguri per il tuo compleanno, scusami, in ritardo pazzesco ma non ce l'ho fatta prima...Poi non saprei proprio per la crema cosa sia successo, io ho messo ancora la pasticcera calda sulla frolla ma non mi sembra di ricordare che sia diventata un tutt'uno. Forse è il tipo di crema senza latte? Comunque sia a me sembra buonissima così, anzi! Una bacione

    RispondiElimina
  17. Puffin intanto tantissimi auguri cara e poi il colpevole????Uè qua ci stanno parecchi indagati,ma quello più sospetto è la crema!!!!!!Mai versare un composto caldo su una frolla,odia il calore..in pratica si è dileguata!!Ma sai che,a volte, dagli errori nascono delle gran delizie??prova a contattare la pane angeli e avrai il brevetto tesò!!!Un bacio grande e buona giornata!
    p.s la crema è una deliziosa lemon curd..niente uova e niente farina..è tutto ok!!

    RispondiElimina
  18. Sorry,volevo dire niente latte!!!

    RispondiElimina
  19. Bravissime!!!!
    Siete delle investigatrici in gamba e mi avete aiutato a risolvere il mistero della frolla scomparsa.
    Grazie ai vostri suggerimenti sono riuscita a dare un nome al colpevole; è stata la crema, meglio conosciuta col nome di LEMON CURD!!!
    Fin’ora l’avevo sentita nominare, ma non pensavo di averla preparata…ahaha…si era proprio nascosta bene… ;)

    Avete ragione, anche gli insuccessi aiutano e in questa occasione ho imparato moltissime cose che spero poi di mettere a frutto.

    Grazie a tutte, anche per gli auguri!!!!

    La Puffin in giallo è pronta per un nuovo caso…ehehehhhee…speriamo però non a breve….ehehehhe….

    RispondiElimina
  20. Dunque, a vederla così sembra stupenda.
    No so dire cosa sia andato storto, io la crema come questa non l'ho mai fatta....
    L'avrei comunque fatta prima di preparare il fondo con la pasta per stenderla fredda e no scaldare il burro ma non so se sia questo!
    Forse poteva essere troppo liquida e quindi ha inzuppato il resto!
    Comunque, era buona ed è questo quello che conta
    Tutto è bene quel che finisce bene......
    Un abbraccio carissima e buona giornata

    RispondiElimina
  21. Ma ciaoooo!!! Grazie di essere venuta a trovarmi, mi segno il tuo blog fra i preferiti, ho visto delle ricettuole super! Già, manca proprio Ballero...mi piaceva il suo modo di essere umile, il suo modo di fare...
    Un abbraccio
    Cinzia

    RispondiElimina
  22. Arrivo tardiiii ma mi associo il colpevole è la crema clda associata ad uno strato sottile di frolla...dai non disperare la prossima volta verrà meravigliosa!!
    ciaooooo

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia una traccia del tuo passaggio, mi fa piacere leggere il tuo pensiero....
GRAZIE! :)

Anche se non sempre rispondo subito, leggo sempre con molto piacere tutti i vostri commenti :)

Causa numero eccessivo di commenti ANONIMI (SPAM) sono stata costretta a riservare la possibilità di commentare solo gli utenti registrati.